I traumi

FisiOlisticCenter • 4 aprile 2013

Ci troviamo a scrivere questo articolo informativo perché abbiamo constatato, durante la nostra pratica quotidiana quanto i pazienti sottovalutino i “traumi fisici”. Vediamo di chiarire cosa intendiamo per traumi…! Se parliamo di sportivi quasi tutti ci troviamo d’accordo sul fatto che la loro struttura (cioè lo scheletro,… la nostra “impalcatura”), sia sottoposta oltre che a carichi di lavoro esagerati anche a continui e ripetuti se non violenti scontri e urti che condizionano la postura del soggetto. Se la persona in questione non è sportiva questo poco cambia,… anzi.. la sua capacità di “assorbimento” del trauma sarà ridotta con altrettante conseguenze alla postura, che se trascurata per mesi o per anni si traduce in sicuro ed inevitabile disagio fisico..”il dolore”!! La frase più ricorrente che si sente in studio è: “ Un incidente, o caduta pazzesca…ma ho fatto le radiografie e per fortuna non c’è nulla di rotto”…!!! Si ok, nessuna frattura per fortuna, ma dentro la macchina sfasciata chi c’era scusi? Oppure il ruzzolone sugli sci chi lo ha fatto? ,E’ bene ricordare che l’urto della vettura è identico a quello che deve assorbire e metabolizzare la persona stessa….o no? Molti sportivi che richiedono la nostra consultazione subiscono traumi notevoli..(si pensi ad una caduta in volata di un ciclista a 60 all’ora, o una ginnasta che sbaglia un appoggio e casca dalla trave….) e medicate le escoriazioni varie e constatato che non vi sono fratture, con gli eventuali esami strumentali, continuano la loro attività come se nulla fosse…!!! Il parallelo con la persona che cade la domenica sugli sci, o alla partita di calcetto o altro è identico..non cambia nulla. Molte volte in studio per meglio far comprendere alla persona l’entità dell’accaduto prendiamo il “modello” del bacino e da un metro circa da terra lo lasciamo cadere, sottolineando il fatto che pur non essendoci stata frattura lo squilibrio e lo scompenso che ne derivano sono notevoli e che se non sistemati in tempo utile questi traumi obbligano il sistema posturale ad un enorme lavoro di compenso che non sempre riesce. Il tutto si traduce in un sicuro dolore dopo breve tempo.! Il nostro meraviglioso corpo è composto da articolazioni oltre che (muscoli, tendini, legamenti, ecc, ecc) i quali durante un trauma subiscono una modificazione del loro assetto biomeccanico, (assi di movimento) non rispettando più quei parametri fisiologici che consentono un equilibrio dinamico di normotono, (tono muscolare normale).E’ qui che l’osteopatia e la kinesiologia giocano un ruolo fondamentale nell’interpretazione dello squilibrio e dello scompenso, e con le opportune manovre e manipolazioni si provvede al giusto riequilibrio sai articolare che muscolare. Il tutto sempre avvalorato da test di forza per garantire il fisiologico lavoro di “ossa e muscoli”.

« | Home | »

Importanti considerazioni sull’uso del bite

10 gennaio 2014
FisiOlisticCenter • MAL DI TESTA, NEWS

I traumi

4 aprile 2013
FisiOlisticCenter • MAL DI TESTA, NEWS

Benessere “bio-meccanico”

29 ottobre 2012
FisiOlisticCenter • MAL DI TESTA, NEWS

Mal di Testa

11 aprile 2011
FisiOlisticCenter • MAL DI TESTA